Virtual Bit di Lucio Crusca

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Root Samsung Galaxy S 2.3.3

Ebbene, perché mai dovrei scrivere un articolo su come fare il root del SGS? Non ce ne sono abbastanza in rete di articoli del genere?

No, ne mancava uno. Ovvero per riuscire a fare il root del mio Galaxy ho dovuto leggere cinque diversi articoli, svariate pagine di forum e metterci un po' di mia intuizione. Questo perché fare certe operazioni con il cellulare non è sempre una cosa senza rischi e per quanto alla fine la procedura fosse abbastanza breve, non mi fidavo a provarla fino a quando non fossi sicuro che avrebbe funzionato.

Veniamo al perché una qualsiasi di quelle esistenti non bastava nel mio caso. Possiedo un Samsung Galaxy S della 3, aggiornato alla versione 2.3.3 Gingerbread di Android. Il telefono, fino a quando aveva Android 2.1-update1 Eclair, aveva il boot a 3 tasti bloccato ed un x0 dump, quindi non potevo accenderlo un modalità download, non potevo sbloccare il boot a tre tasti e non volevo usare Odin o qualsiasi altra cosa richiedesse Windows. Tutte le guide in giro per la rete ti parlano di Odin. Qualcuno cita Heimdall, ma senza istruzioni su come usarlo.

Pane al pane, se avessi usato Odin e Windows avrei fatto forse più in fretta (solo "forse", perché alla fine usando solo Linux+Heimdall e mettendomici d'impegno ho poi impiegato un paio d'ore compreso il tempo per capire come dovevo fare), ma il bello di non usare Windows è, appunto, non usarlo, saperlo fare, capire cosa si sta facendo ed avere l'ulteriore conferma del fatto che la licenza di Windows avrei anche potuto non pagarla e chiederne la rimozione dal notebook (in realtà non potevo per altri motivi).

Procediamo quindi con le istruzioni che prevedono l'uso di Heimdall (la cui documentazione online è pressochè nulla) al posto di Odin e quindi prevedono di fare tutta la procedura usando solo Linux.

Prerequisiti. Il mio telefono, "chiamando" il numero *#1234# mi risponde:

PDA: I9000NEJVE

PHONE: I9000NEJV5

CSC: I9000HUIJV5

Build Info: Thu May 26 14:31:23 KST 2011

Non dovete per forza avere un kernel JVE, ma se ce l'avete come nel mio caso, beh avete il primo problema. Il kernel con root versione JVE non esiste. Punto. Smettete di cercarlo, non c'è. Grazie però alla guida su www.nexus-lab.com ho capito che per i telefoni con kernel JVE si può tranquillamente usare il kernel JVK.

Gli altri prerequisiti sono i soliti che riguardano il corretto riconoscimento del telefono da parte del sistema, in questo caso da parte di Linux. Su questo non so aiutarvi, perché nel mio caso lo ha sempre riconosciuto automaticamente senza installare nulla, o meglio nulla di più di tutta la valanga di software che uso di solito per sviluppare per Android, in cui probabilmente è incluso qualcosa che su una normale distro di Linux non c'è. Indicativamente potreste installare Eclipse con ADT e verificare che il comando "adb devices" richiamato da terminale faccia vedere che riconosce il telefono.

Il forum di androidiani.com è stata un'altra importante sorgente di informazioni. Soprattutto il post di mrmela (nick dell'utente su quel forum che ha postato il suggerimento illuminante) mi ha fatto capire che per rootare il telefono è sufficiente sostituire il kernel, dandomi quindi lo spunto su come usare heimdall anche senza documentazione.

Ecco dunque la procedura:

1. fate un backup del telefono. Non vi servirà, al 99,99% tutto andrà bene. Fatelo ugualmente.

2. Scaricate il kernel JVK (o altro kernel adatto al vostro telefono) dai links disponibili su www.nexus-lab.com

3. Scompattate il kernel (è un file zip). Otterrete un file tar. Scompattate pure quello. Otterrete un file di nome zImage

4. collegate il telefono via usb, spegnetelo e contate fino a 20. Premete contemporaneamete il tasto centrale e volume giù. Teneteli premuti e intanto premete anche power. Rilasciate power. Il telefno si accende in modalità download (l'androide sul cartello dei lavori in corso). Rilasciate gli altri due tasti.

5. Aprite un terminale, spostatevi nella directory dove c'è zImage e digitate

$ heimdall flash --kernel zImage

6. Il telefono si riavvia et voilà, avete i permessi di root.

7. Installate VNC server, Wifi Tether ed ogni altra porcheria che serve ad ogni geek che si rispetti...

Ah già, prima dovevate installare heimdall sul pc, ma confido che lo avevate immaginato (sudo apt-get install heimdall).

Ti trovi qui: